• 24 gennaio 2017

Cosa fare in presenza di amianto

Cosa fare in presenza di amianto

Non rompere, segare, levigare o trapanare il materiale contenete amianto;  Friabilità, cattivo stato, manomissioni sono le caratteristiche del materiale sospetto;

Rivolgersi agli Enti preposti (Asl o Arpa)  e fare uno screening su indicazioni contenute nella scheda di censimento. È obbligatorio per edifici aperti al pubblico e per gli stabili condominiali;

Per la rimozione e bonifica dell’amianto occorre possedere requisiti specifici. Per questo è obbligatorio rivolgersi a ditte specializzate, che garantiranno una corretta rimozione e smaltimento;

Il costo per un intervento può variare molto. Per usufruire di eventuali, ma ancora rari, incentivi o agevolazioni, informarsi presso il proprio Comune;

Non procedere mai autonomamente al trattamento dell’amianto; solo in alcuni casi sono consentiti interventi di rimozione “fai da te”, ma previa autorizzazione degli enti preposti che forniscono equipaggiamento e istruzioni;

Oltre alla rimozione si possono applicare anche altre tecniche di trattamento: incapsulamento con prodotti ricoprenti che ripristinano la compattezza; confinamento mediante una barriera fisica che blocca la dispersione dell’amianto.

Nome (required)

Email (required)

Oggetto

Richiesta/informazione